3 gennaio 2017

BEAUTY BLENDER

Beauty Blender..chi non la conosce?!

Si tratta di una spugnetta a forma di uovo usata per applicare prodotti di make-up liquidi, cremosi o in polvere. È famosissima tra le make-up artist e tra le makeu-up addicted, ma il vero successo credo sia da imputare ai video di Clio Make Up che la illustrava e decantava assiduamente.
La mia prima beauty blender, ormai già cestinata, l'ho acquistata a New York ben 4 anni fa; all’epoca usavo poco il fondotinta quindi non sono riuscita ad apprezzarla appieno perché la utilizzavo di rado.
Approfittando dello sconto 20% di Sephora ho deciso di riacquistarla  il mese scorso!
Solitamente applicavo il fondo con le spugnette triangolari di Peggy Sage ma devo ammettere che nessuno al momento, secondo me, batte la beauty blender.

Questa spugnetta serve per applicare principalmente il fondotinta, ma anche correttore, bronzer, terra per contouring, cipria, crema idratante, primer.
Garantisce un’applicazione uniforme del make-up e un effetto naturale; il risultato è un look sofisticato e duraturo, infatti sembra che il prodotto applicato con la spugnetta vada più in profondità rispetto all'applicazione con le dita o pennelli o altre spugnette.
La forma a punta arrotondata permette di stendere il prodotto in tutti gli angoli del viso.

Il materiale di cui è fatta è un segreto che è stato brevettato ma è noto che non contiene lattice; al tatto è molto morbida quasi come una piuma pertanto non irrita in alcun modo la pelle.

Come si usa?
Bisogna bagnare la spugnetta con l’acqua del rubinetto finché non raddoppia il volume poi va strizzarla delicatamente per eliminare l’acqua in eccesso in modo che resti umida. Questo permette che il prodotto da usare non penetri nella spugna ma resti in superficie e ciò garantisce un minor uso del cosmetico.
Se utilizzate i fondotinta ecobio, vi consiglio, una volta strizzata la spugnetta, di passarla sopra una velina o un asciugamano per tamponarla ulteriormente oppure di bagnarla soltanto con l’acqua termale spray (Avène o Jozac).


Quale scegliere?
Esistono tre diverse versioni: 
- Rosa/Original à è la prima versione uscita in commercio; serve per i fondotinta liquidi, compatti, in polvere, per la cipria, terra, blush.
- Bianca/Pure à da utilizzare per spalmare la crema viso, per applicare primer o sieri oppure per la detersione.
- Nera/Pro à per applicare bronzer o autoabbronzanti.
- Verde/Mini à è la spugnetta più piccola, viene venduta in coppia, serve per applicare il correttore, l’illuminante o per fare il contouring.

Come si pulisce?
La Beauty Blender va lavata dopo ogni utilizzo. Esiste un prodotto specifico ma va benissimo un qualsiasi detergente o sapone delicato purché non contenga nulla di esfoliante altrimenti si rovinerebbe. Io utilizzo del normale sapone di marsiglia.
Una volta bagnata e insaponata, va strofinata per sciogliere il prodotto all'interno della spugna, successivamente va risciacquata ed infine strizzata per bene per eliminare tutta l’acqua.
Per ultimo va fatta asciugare direttamente all’aria per evitare muffe o funghi.

Prezzo 
€ 16,90

Dove si acquista?
Da Sephora o da rivenditori online

In conclusione vi posso dire che rimpiango di aver aspettato così tanti anni per riacquistarla in quanto la sto adorando. È una spugnetta rivoluzionaria che è stata riproposta in questi ultimi anni da tanti altri brand (prossimamente proverò altre spugne per far confronti).
Il costo iniziale della Beauty Blender va rapportato alla minor quantità di fondotinta da stendere; infatti ne basta almeno 1/3 in meno rispetto alle normali spugnette triangolari grazie al fatto che, una volta bagnata la spugnetta, il make-up resta in superficie.
La forma a uovo che contraddistingue questa spugna permette di usarla in tutti gli angoli del viso (bocca, naso, occhi,..).
Personalmente la utilizzo per il fondotinta e la cipria, in particolare per fare il baking (tecnica che consiste nell’utilizzare molta cipria con una spugnetta bagnata, lasciare in posa qualche minuto e poi eliminare l’eccesso con un pennello, per illuminare e conferire ad alcune zone del viso che vogliamo mettere in evidenza un effetto Photoshop).
Infine la adoro perché riesce a stendere il makeup in modo uniforme ed eterogeneo garantendo un look fresco e naturale, mentre può capitare con alcuni pennelli che rimangano le strisciate.

Ve la consiglio? Assolutamente sì!


Anche voi la utilizzate? Avete provato altre spugnette valide?
Ilaria Galeazzi
Ilaria Galeazzi

This is a short biography of the post author.

Nessun commento:

Posta un commento